Tastiera antifurto DVT-LCD

  • Duevi, 2010

Centrale con display LCD e tastiera siliconica retro-illuminata. La programmazione della centrale può avvenire sia tramite la tastiera del prodotto, sia tramite pc, il che consente un’ampia possibilità di personalizzazione dell’impianto (ritardo ingresso/uscita, autoinserimento, abilitazione oraria chiavi, preallarme, allarme a bassa intensità per sensori esterni, funzione porta aperta, anti-accecamento, allarme 24/24h, personalizzazione nomi delle periferiche). L’attivazione e la disattivazione dell’impianto può avvenire rapidamente, oltre che attraverso la tastiera, anche tramite l’utilizzo di chiavi elettroniche di prossimità e radiocomandi. La centrale dispone di una completa gamma di uscite per sirene e altri dispositivi esterni, oltre a 2 uscite a relè ausiliarie configurabili dall’utente (espandibili a 10 tramite bus RS485). Il comunicatore GSM vocale integrato, oltre all’invio di SMS e chiamate vocali di allarme, permette la totale gestione da remoto, tramite invio di SMS oppure chiamata diretta con menù vocale di selezione a toni DTMF. Il comunicatore GSM supporta anche l’invio di eventi Contact-ID [SIA-DC09] verso centrali di vigilanza. Una sintesi vocale integrata avvisa delle operazioni di inserimento, disinserimento e attivazioni remote.

Peperosso ha concepito un design di estrema pulizia, dove una placca frontale uniforma l’aspetto complessivo del prodotto: essa maschera il display che appare solo da acceso, attraverso il materiale plastico traslucido e questo accorgimento ha evitato di ricorrere ad un vetrino di copertura, consentendo tra l’altro di contenere i costi di produzione. La superficie continua della placca viene percorsa da un morbido taglio ad onda che definisce lo sportello dietro cui si cela la tastiera siliconica, mutuata da un precedente modello di antifurto. La profondità complessiva del prodotto viene mascherata dalla placca frontale che deborda dal volume sottostante, snellendo i volumi effettivi dell’apparecchio, una scelta progettuale con finalità non solo formali, ma anche funzionali in quanto sui lati della tastiera si vengono a creare i bordi di appiglio per aprire lo sportello. L’assemblaggio tra fondo e coperchio avviene tramite un sistema di agganci a scatto, e la chiusura dei pezzi viene garantita da un’unica vite, messa in sicurezza tramite rilevatore tamper: tale sistema di assemblaggio è stato progettato evitando la presenza di sottosquadra nello stampo e contribuendo quindi alla riduzione dei costi di investimento.

Torna in alto