Radiocomando per centrali antifurto e sistemi domotici

  • Lutec, 2015

Radiocomando tascabile per il controllo remoto di sistemi di sicurezza e impianti domotici. A livello estetico, il prodotto viene declinato in 2 modelli principali, caratterizzati dalla presenza di 2 o 4 tasti; a livello funzionale, nelle stesse carene plastiche vengono alloggiate elettroniche che si basano su differenti frequenze di funzionamento, per un totale di 4 modelli, attualmente riconoscibili dai tasti di colore differente che vengono montati. I 2 gusci principali si chiudono tramite un sistema di agganci, fissato dall’avvitamento di 1 unica vite centrale. Il fondo riporta dei fori che consentono l’aggiornamento dell’elettronica senza che sia necessaria l’apertura del radiocomando.

Peperosso ha sviluppato una proposta caratterizzata da curve tese e da una leggera bombatura che dona sinuosità al design finale, il quale appare risolto nei limiti di una sobrietà generale in grado di meglio garantire le finalità e la vocazione essenzialmente OEM del prodotto. Posteriormente si colloca l’occhiello che funge da anello portachiavi, ritagliato in modo da non nuocere alla fluidità complessiva dei volumi. Richiesta esplicita del committente era la limitazione della pressione accidentali dei pulsanti, risolta introducendo una serie di accortezze progettuali, che sono state interpretate in modo da divenire spunti estetici di caratterizzazione del prodotto, con particolare riferimento all’incasso in cui è ricavato l’affaccio dei tasti e al bordo che dal fondo risale fungendo da rialzo protettivo qualora il radiocomando giaccia capovolto su di un piano. L’incasso dei tasti detta il layout circolare della tastiera, una forma che risulta armonica ed equilibrata anche nel caso di modelli che prevedano 2 soli tasti: dalla forma circolare si origina lo spigolo anteriore che indica la direzione di puntamento del segnale, ulteriormente evidenziata dalla lama del guida-luce, che ottimizza il feedback luminoso del LED. A livello produttivo, l’incasso della tastiera viene sfruttato anche per mascherare l’utilizzo dei tasselli intercambiabili necessari a realizzare le 2 versioni di cover (a 2 e 4 tasti), realizzate sulla base del medesimo stampo.

Torna in alto